domenica 10 febbraio 2013

Pupazzetta a corda manuale


L'orizzonte limitato e riduttivo di un quotidiano che si ripete negli stessi gesti. 
L'obbedienza ad un ritmo inventato da qualcun altro e che risponde al comando, ma quando qualcuno gira quella corda restare fermi è impossibile: a fermarlo a forza il giocattolo si rompe.
Il movimento e la vita trasformano: ciascuno si muove come riesce.
Al momento io non ci riesco, ergo: ARMIAMOCI E PARTITE! 

Nessun commento:

Posta un commento